Continua l’impegno della Vicepresidente della Regione Puglia Loredana Capone per i lavoratori di Adelchi.
“Interverremo noi dalla Regione per garantire altri 3 mesi di cassa integrazione nonostante i fondi siano esigui e le crisi in Regione siano tante.

In verità sono molto preoccupata per i lavoratori di Adelchi perché al danno prodotto dalla crisi del Tac nel basso Salento si rischiano ulteriori danni derivanti dalla situazione particolare in cui versa l’impresa” – ha detto la Vicepresidente, spiegando che “con l’Ufficio per il Lavoro della Regione abbiamo convocato per lunedì 21 marzo un tavolo in Regione per concedere altri 3 mesi di cassaintegrazione in deroga in attesa della firma del Protocollo Stato-Regioni.
Si tratta di un passo importante della Regione al fine di scongiurare problemi di sopravvivenza per questi lavoratori e per le loro famiglie. Rinnovo l’appello nei confronti del Ministro allo Sviluppo Economico perché possa al più presto attivare azioni di attrazione degli investimenti verso aziende che vogliono investire nel Salento. La Regione potrebbe sostenere gli investimenti e i contributi di riassunzione dei lavoratori ma non basta: ci vuole l’aiuto del Governo perché questa situazione di crisi sia considerata alla stregua delle altre. Si pensi a quello che il Ministero dello Sviluppo Economico è stato disposto a fare per la Livingston negli ultimi giorni.
È giusto che il Governo tratti le crisi al Sud al pari di quelle al Nord. Questo sarebbe il più importante segno per una concreta celebrazione dell’Unità d’Italia”.

L’Assessore allo Sviluppo Economico Capone non esclude azioni clamorose a Roma, ove continuino a mancare da parte del Governo una concreta attenzione per le crisi delle imprese del Sud.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − due =