Fresco di stampa, è nelle libreria di Lecce, il libro di Mauro Ragosta “Dove va l’economia leccese?” edito da L’officina delle Parole.
La pubblicazione sarà presentata nell’ambito del Festival della cultura che si svolgerà dal 17 al 19 marzo presso il quartiere fieristico di Galatina a cura de L’officina delle Parole e del Corrieresalentino.it.

Coordina l’incontro Elisabetta Opasich, converseranno con l’autore Roberto Martalò e Pompea Vergaro.
Dove va l’economia leccese?” è un’opera interessante e unica nello scenario economico del territorio salentino, è un lavoro predisposto per illustrare, in maniera chiara e lineare, le tendenze del mondo produttivo del basso Salento.
Un agile manuale, racchiuso in 64 pagine, per giovani giornalisti e politici, imprenditori e pubblici dirigenti, per tutti coloro ai quali interessano le sorti economiche del territorio di Lecce e provincia.
L’autore, in questo lavoro, è riuscito a astrarre l’essenza economica dalla realtà del nostro tempo. Ha saputo cogliere quanto di universale vi è in una società organizzata come quella leccese che mira a  crescere economicamente, puntando a farlo in modo equilibrato e professionale, arricchendola di considerazioni storiche e sociali, se pur brevi, che rendono l’opera interessante e unica.
Il lavoro si articola  in due parti. La prima, dedicata ad un’analisi panoramica dell’economia leccese, in grado di metterne in evidenza le problematiche generali e le macrotendenze di fondo.
La seconda, invece, è stata dedicata ad un’indagine specifica del ventaglio delle attività rilevanti dove vengono analizzati sia storicamente che socialmente, i settori più rilevanti: dall’agricoltura all’industria, dall’edilizia, al commercio e  al  turismo, per capirne i sentieri di sviluppo, non mancando di mettere in luce, per ciascuna di questi, i punti di forza e di debolezza.
Il volume si avvale di un progetto editoriale e grafico qualificato con la realizzazione della copertina dell’artista, Marina Colucci.
La pubblicazione è una riflessione libera, laica e ottimistica, presentata in stile sobrio, efficace e godibile.