“Grazie alla tempestiva mobilitazione dei cittadini residenti nel quartiere – afferma il gruppo Pd del comune di Lecce – l’Amministrazione Comunale ha dovuto fare subito un passo indietro sospendendo, prima, ed avviando la procedura di annullamento, dopo, l’autorizzazione dell’antenna di telefonia mobile di via De Rosis.

E’ questo, infatti, quanto ha riferito – nella mattinata di oggi – il dirigente Arch. Maniglio ad Antonio Rotundo e Paola Povero, i quali giustamente chiedevano di sapere quali provvedimenti
il Comune intendeva adottare per venire incontro alle legittime proteste dei cittadini, preoccupati per ricadute sull’ambiente e sulla salute che le onde elettromagnetiche del traliccio possono provocare.

Si tratta di una prima vittoria dei cittadini.

Ora il nostro impegno proseguirà.

Infatti nella riunione della Commissione Ambiente, da noi richiesta e convocata per la prossima settimana, avanzeremo proposte in grado di assicurare una regolamentazione della installazione delle antenne che garantisca innanzitutto la tutela dei cittadini.

Sarà nostro impegno tenere informati i cittadini di tutti i passaggi che li riguardino, perché il quartiere appartiene a loro, ai residenti ed a chi lo vive ogni giorno.”