Sabato 5 marzo all’Istanbul Cafè di Squinzano (Le), speciale festa di carnevale con i dj di Ballarock. Il progetto nasce a Lecce nel marzo 2007 dall’idea di Filippo (aka Filippiakos) e Gabriele (aka Streaker).

Cresciuti a pane e Grunge, Filippiakos e Streaker sono fra i tanti che sperano di dare un contributo all’ambiente rock salentino con l’obiettivo di evitare il solito e unico accostamento “Salento-Reggae-Pizzica”. L’idea è quella di associare ai brani selezionati, i corrispondenti videoclip o altri video che ne valorizzino l’impatto emotivo. Questa serata è fatta apposta per scatenarsi e ballare a suon di rock, dagli anni 60 ad oggi. Dai Beatles ai Rolling Stones, dai Cure ai Depeche Mode, dai Subsonica ai Bluvertigo, dai Blur agli Strokes, dai Red Hot Chili Peppers ai Queens of The Stone Age, dai Nirvana ai System of a Down e tanti tanti altri.

Martedì 8 marzo, una festa delle donne e un martedì grasso dedicati al rock e al divertimento all’Istanbul Cafè di Squinzano (Le). Lo storico locale salentino ospita infatti il concerto degli Orrori, una nuova band formata da musicisti salentini che vogliono restare avvolti nel mistero. Gli Orrori proporranno rock, punk e r’n’b spaziando tra i grandi classici della musica internazionale dagli Who ai Led Zeppelin, dai Ramones al Rolling Stones, dai Velvet Underground agli Stooges, tutti rivisitati in chiave horror.

A seguire spazio alle selezioni musicali di Dj Serpentine, lo pseudonimo dietro il quale non si nasconde affatto Ennio Ciotta, cronista di storie ribelli ed inquieto agitatore controculturale di stanza a Lecce. Mischiare dischi, infilare un brano dietro l’altro, cavalcare infinite playlist significa per Serpentine mettere in mostra il proprio singolare gusto per la musica che, partendo da salde e grezze radici rock e punk rock, si allarga fino ai confini della nuova musica elettronica indipendente. Si ascoltano i grandi classici della new wave, il punk degli esordi, le giovani e pettinate band indie rock, le casse dritte ed il mood vischioso ed analogico degli anni ottanta..

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove + sei =