Il Partito Democratico salentino, come quello nazionale, aderisce alla giornata di mobilitazione nazionale C-Day del 12 marzo, ideata dall’associazione Articolo21. Il PD leccese ed altre 19 sigle, fino a questo momento, hanno dato vita al comitato organizzatore locale della manifestazione, il cui fine è quello di levare alta la nostra voce, anche a Lecce, a difesa dei valori e della dignità della nostra Carta Costituzionale e dell’istruzione pubblica

“Abbiamo deciso di aderire a questa giornata di mobilitazione perché intendiamo proteggere la nostra Costituzione, che è la più bella del mondo, attraverso la sua innovazione”, è quanto afferma il segretario provinciale Pd Salvatore Capone.

“La nostra idea di riforma costituzionale prevede la riduzione del numero dei parlamentari, il superamento del bicameralismo perfetto tra Camera e Senato, la riforma elettorale, la cancellazione delle leggi fatte per la cricca e della sicurezza fai da te. Per noi innovare significa riformare la Pubblica Amministrazione a partire dall’incompatibilità degli incarichi, la trasparenza, la riduzione dei ministeri e del numero delle Province, l’accorpamento dei piccoli comuni, la riduzione dei raggiri e delle falsità, garantire una maggiore partecipazione delle donne al mondo del lavoro e della politica, un nuovo sistema di diritti a cui dare la massima importanza.

Questo è quello che il Partito Democratico intende per riforma della Costituzione, al contrario della guerra personale dichiarata dal Premier ai più elementari principi della nostra Costituzione, che sono i principi fondamentali su cui si fonda il nostro Paese”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − sedici =