Tre milioni e 400mila euro per dare nuovo impulso ai servizi sociali dell’Ambito territoriale di Casarano.
Sono 14 i servizi che, in virtù del finanziamento ottenuto dalla Regione, partiranno a breve per rispondere alle numerose richieste provenienti dal territorio, dando vita a quel welfare integrato le cui basi sono state solidamente gettate sin dall’inizio di quest’esperienza amministrativa. 

Si tratta, in realtà, di servizi pronti per partire già da tempo, ma di fatto bloccati a causa della mancata copertura finanziaria da parte della Regione. Quest’ultima è riuscita a sbloccare la situazione solo nelle scorse ore, con la firma delle relative determinazioni, grazie alle reiterate pressioni esercitate da parte del sindaco Ivan De Masi, che proprio mercoledì mattina si è recato per l’ennesima volta a Bari nel tentativo di porre fine ad un ritardo che rischiava di avere ripercussioni sociali dagli effetti potenzialmente devastanti.
«Al di là di quello che qualcuno si ostina a pensare – dice il sindaco Ivan De Masi – la nostra attenzione nei confronti delle fasce deboli è sempre stata alta. Abbiamo sentito sempre, in modo forte, il dovere morale, prima ancora che istituzionale, di rispondere alle esigenze che quotidianamente provengono da chi, per un motivo o per un altro, si trova in situazioni di bisogno. Alle critiche strumentali rispondiamo con i fatti e i fatti dicono che oggi disponiamo di 3milioni e 400mila euro, grazie ai quali forniremo una risposta concreta ai nostri cittadini, attivando una rete di interventi a sostegno delle famiglie e dei minori, dei disabili, degli anziani e degli immigrati. Vorrei chiarire, a chi tenta di strumentalizzare anche la sofferenza delle persone, che il ritardo che c’è stato non è dipeso in alcun modo da noi. Misconoscere ciò vuol dire alimentare tensioni sociali a discapito proprio di chi più di tutti subisce il peso del disagio sociale».
I servizi che partiranno a breve sono, per l’area famiglia e minori, azioni a favore dei minori entrati nel circuito penale, servizio integrato affido e adozione, educativa domiciliare e l’attivazione del centro socio educativo diurno di Taurisano; per l’area disabili, azioni a sostegno dell’inclusione sociale lavorativa dei disabili psichici con Mirabilia Dei, servizio domiciliare di educativa familiare e territoriale per disabili psichici, sostegno alle famiglie per retta centri disabili riabilitativi e polivalenti dell’Ambito di Casarano, azioni a sostegno dell’inclusione sociale e lavorativa di disabili, assistenza domiciliare per i diversamente abili, integrazione e assistenza specialistica nelle scuole con messa a disposizione di educatori ed operatori socio-sanitari; per l’area anziani, telesoccorso, welfare anziani e assistenza domiciliare per anziani; per l’area immigrati, servizio nuove cittadinanze.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici + 5 =