I Finanzieri della Tenenza di Leuca, nel corso di un servizio rivolto al controllo economico del territorio nel comune di Castrignano del Capo, hanno fermato un venditore ambulante che deteneva per la vendita al pubblico 55 coltelli a serramanico e a scatto, senza avere la necessaria autorizzazione.

Infatti, trattandosi di strumenti da punta e taglio atti ad offendere, la normativa in materia di Leggi di Pubblica Sicurezza impone che la vendita debba essere preventivamente autorizzata. Pertanto, i militari hanno proceduto al sequestro dei coltelli denunciando il responsabile all’Autorità Giudiziaria di Lecce.

Nello stesso contesto, i Finanzieri hanno sottoposto a controllo un ambulante di origine asiatica che aveva posto in vendita merce priva di etichettatura e, quindi, carente di tutte quelle informazioni obbligatorie, che generalmente su di esse sono riportate, previste dalla vigente normativa rivolta a tutelare la sicurezza e la salute dei consumatori.

In particolare, l’ambulante aveva allestito una bancarella su cui aveva esposto numerose paia di occhiali, puntatori laser, luci notturne, portafogli, ecc. sprovvisti delle indicazioni relative al Paese di provenienza, ai materiali impiegati, alla relativa composizione merceologica ed alle precauzioni d’utilizzo.

Tutta la merce è stata sottoposta a sequestro ed i responsabili sono stati segnalati all’Organo amministrativo competente.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti + 8 =