Dal 12 al 16 Aprile la città salentina ospiterà la XII edizione del Festival del Cinema Europeo. Sede dell’evento  sarà il Multisala Massimo, uno dei cinema storici del capoluogo.
Il programma è stato presentato durante la conferenza stampa di martedì 29 marzo presso la sede romana della Regione Puglia, alla presenza dell’attrice Sandra Milo e di Carlo Verdone.

In concorso ci saranno 10 film europei in anteprima nazionale e  l’Italia sarà rappresentata da “I bambini della sua vità” di Peter Marcias.
Diverse le anteprime fuori concorso: “Henry” di Alessandro Piva, “W Zappatore” di Massimiliano Verdesca (girato a Lecce, con la partecipazione di Sandra Milo in un’inedita versione rocker metallara ), “Cocapop” (di Pasquale Pozzerese) e “Il sesso aggiunto” (di Francesco Antonio Castaldo) che propongono temi attuali come l’uso di cocaina ed eroina e “Via Appia” di Paolo De Falco.
A Toni Servillo per la sezione Protagonisti del cinema italiano, Paulo Branco (che presenterà anche l’ultimo film di Raul Ruiz, I Misteri di Lisbona, presto in onda su Raitre in Fuori orario) ed Emidio Greco, regista pugliese, verranno dedicate delle retrospettive. È proprio quest’ ultimo a compiacersi dell’idea che i giovani potranno accostarsi a film di altri tempi “Mi piace l’idea che qualche giovane spettatore possa vedere i miei film, che in genere non hanno mai avuto grande circolazione, di 20, 30 e in qualche caso, quasi 40 anni fa”.
Sarà dedicato uno spazio al Cinema EuroMediterraneo, che nella sua quinta tappa presenta una settimana di Cinema Croato (edizioni precedenti: Albania, Grecia, Bosnia e Turchia), uno spazio (sabato 16 Aprile) per la Tavola Rotonda “Identità e Linguaggi del Cinema Europeo” -nell’ambito dell’evento ci sarà la proiezione del film “When we leave” di Feo Aladag, vincitore della quarta edizione del Premio Lux- e uno spazio alla sezione Cinema e Realtà.
Carlo, Luca e Silvia Verdone, accompagnata da marito Christian de Sica, assegneranno il premio Mario Verdone, destinato a un giovane autore italiano, che si sia contraddistinto nell’ultima stagione con un’opera prima o seconda. In gara: Aureliano Amadei per 20 sigarette, Claudio Cupellini per Una Vita Tranquilla e Paola Randi per Into Paradiso.
E non è tutto. Il Festival si propone anche come trampolino di lancio per i giovani registi Pugliesi: Puglia Show, concorso di cortometraggi, sarà la vetrina attraverso cui i nostri conterranei potranno farsi notare.
Giorni di cultura e intrattenimento, quindi, per piccoli e grandi. Non mancate.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove − sei =