Il Consigliere regionale PDL, Saverio Congedo ha diffuso la seguente nota:
“Ormai attaccare Vendola è come ‘sparare sulla Croce rossa’. Detiene infatti il record mondiale di bocciature consecutive da parte della Corte Costituzionale, che hanno travolto una dopo l’altra tutte le luccicanti bandierine della sua campagna di immagine: dalle stabilizzazioni

ed internalizzazioni ai servizi pubblici sociali, dalle energie alternative al nucleare. E forse per lui è meglio così, visti i fallimenti in serie che stavano comunque collezionando le sue politiche.
La Sanità ‘migliore’ affonda tra scandali, degrado dei servizi, sfondamento inarrestabile dei conti, tickets per tutti, tagli selvaggi di ospedali e posti letto.
Le energie ‘pulite’ si sono sporcate subito per il degrado ambientale e la devastazione delle nostre campagne con conseguente sconfessione della mitologia ambientalista vendoliana, oltre al rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata di importazione da più parte denunciato.
L’acqua ‘pubblica e gratuita’ è – sia pur restando pubblica – rincarata del 27.5% in due anni, divenendo un primato nazionale di costosità a carico degli utenti.
I ‘bollenti spiriti’ si sono raffreddati nel record nazionale di perdita percentuale di posti di lavoro della Puglia, il cui picco riguarda proprio i poveri laureati.
Il ‘welfare’ pugliese è di fatto azzerato per tagli indiscriminati a tutte le sue politiche.
La speranza del Presidente Vendola di farla franca fuggendo a Roma sull’ultima spinta del suo incantesimo si sta spegnendo nel rinsaldamento della maggioranza berlusconiana. Di fatto, il declino di Vendola è già cominciato. Dinanzi alle prove crescenti del suo fallimento potrebbe essere rapido come quello di Bassolino”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × cinque =