Il Consigliere regionale PdL, Saverio Congedo, nel suo intervento in Consiglio sull’emergenza-immigrazione a causa della crisi del Maghreb, ha evidenziato che: “siamo di fronte ad una situazione eccezionale, senza alcun contributo dell’UE che si è limitata ad inviare 3 (dico tre) funzionari.

A fronte di una Francia che promuove le guerre ma suggella le sue frontiere e di una Spagna che spara sulle carrette del mare, l’Italia non dimentica di essere una Nazione cristiana. Il Governo nazionale sta facendo quel che deve fare, distribuendo gli immigrati sull’intero territorio in vista della verifica della loro condizione di profughi o di semplici clandestini e dei relativi, conseguenti provvedimenti. Di fronte a quest’emergenza ci sono due approcci possibili, quello responsabile ed istituzionale del Presidente Errani e quello meramente demagogico di certe esternazioni del Presidente Vendola, pure entrambi di centro-sinistra. Ad essi corrispondono, rispettivamente, una solidarietà concreta ed operante ed una, invece, urlata e senza costrutto. Noi stiamo con la prima, quella che sta alacremente mettendo in campo il Governo-Berlusconi con il Ministro Maroni ed il Sottosegretario Mantovano”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × quattro =