È partita nel weekend l’operazione della capitaneria di porto di Gallipoli, finalizzata al monitoraggio ed al controllo dell’attività di pesca. L’operazione, scattata nelle prime ore dello scorso venerdì, ha già dato i primi risultati.

Nell’arco dell’intero week end, infatti, nell’ambito della Provincia di Lecce sono stati setacciati vari punti vendita riscontrando in 3 casi la violazione di norme in materia di tracciabilità del prodotto ed in una circostanza la mancanza dell’etichettatura sul prodotto esposto sul bancone per la vendita. Sono state elevate sanzioni per 6 mila euro.

I militari della Capitaneria di porto di Gallipoli hanno inoltre effettuato appostamenti sia per terra che in mare, nelle acque antistanti il litorale di Gallipoli volti a fermare pescatori diportisti intenti nella pesca abusiva del riccio di mare, particolarmente richiesto in questo periodo.

E così, nella fitta rete di controlli sono caduti ben 2 venditori ambulanti intenti a vendere i ricci; anche in questi due casi sono scattate sanzioni amministrative pecuniarie per un totale di € 4.000.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici − 10 =