“Dipende dagli episodi, a volte va bene e a volte no”. Il tecnico del Lecce Luigi De Canio ha da recriminare per alcune decisioni arbitrali al termine della sfida persa in casa contro la Roma. “Adesso cercheremo di parlare anche noi con i nostri parlamentari – sorride il tecnico giallorosso – Damato e’ una persona seria e anche se ha sbagliato qualcosa puo’ accadere.

Cosa ha sbagliato? C’erano tre rigori per il Lecce nel secondo tempo”. Una partita diversa da parte del Lecce rispetto a quanto si era visto 15 giorni prima con la Juve. “Sono partite diverse, in quella occasione avevamo Di Michele che ci garantiva il movimento di profondita’, poi la Roma e’ una squadra diversa dalla Juve, sa palleggiare molto meglio, ha giocatori che hanno fisicita’, Vunicic sa difendere la palla con il corpo. Rifarei la stesa formazione? Ho fatto un cambio dopo 30′. Per forza, la rifarei, poi rivedendo come e’ andata la partita qualche giocatore non lo farei giocare. L’ingresso di Corvia? Prima ho impostato la partita sulle ripartenze sapendo che la Roma palleggia piu’ e meglio di noi e mi serviva un centrocampista che facesse filtro; in questo siamo venuti meno e abbiamo modificato l’atteggiamento con un attaccante in piu’, pressandoli un po’ piu’ alti”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 1 =