Gregge di pecore“La zona industriale di Lecce versa in uno stato di profondo degrado, dove la stessa sicurezza di quanti ci vivono e lavorano è fortemente minacciata”.
È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che ha presentato un’interrogazione

urgente a risposta scritta per comprendere la posizione della Regione Puglia nei confronti di un progetto di riqualificazione della zona industriale Lecce – Surbo, ma anche per conoscere lo stato economico – finanziario del Consorzio Asi, più volte beneficiato da interventi regionali.
Scrive Buccoliero:
“Premesso che
Ogni zona industriale rappresenta il biglietto da visita dell’economia produttiva di una città, concentrando, al suo interno, quelle attività industriali, artigianali e commerciali, che sono il motore economico di un territorio;
La zona industriale di Lecce, come più volte denunciato, versa in un stato di profondo degrado e abbandono, dove a farla da padrone sono l’incuria, l’illuminazione scarsa o addirittura assente, i segnali stradali insufficienti o vetusti e strade ‘gruviera’, che rischiano di trasformarsi in una trappola mortale in caso di pioggia.
Tenuto conto che:
Al termine dell’orario di lavoro, la zona industriale si trasforma in ‘terra di nessuno’, dove l’assenza d’illuminazione pubblica, in alcune strade, diventa un chiaro invito alla criminalità;
Nell’ultimo periodo, come dimostrato dai recenti fatti di cronaca, è considerevolmente aumentato il numero di furti commessi a danno delle attività presenti nella suddetta zona, con riferimento specifico al furto di mezzi industriali;
Nella suddetta zona, vi sono realtà aziendali, che proseguono nell’attività lavorativa anche nelle ore notturne, i cui operatori sono costretti, nei casi più fortunati, a subire il disagio di percorrere strade avvolte dal buio pesto;
Nelle scorse settimane, il consorzio Asi, i Comuni di Lecce e di Surbo hanno presentato, alla Regione Puglia, un progetto di riqualificazione dell’agglomerato industriale Lecce – Surbo
l’interrogante si rivolge all’assessore allo sviluppo economico per conoscere:
Quale sia la posizione della Regione Puglia nei riguardi di questo importante progetto di riqualificazione e, soprattutto, quali siano i tempi di attuazione;
Se non si ritenga di accelerare le procedure di attuazione, così da restituire alla città di Lecce e dell’hinterland una zona industriale che sia realmente degna di questo nome;
Quale sia lo stato economico – finanziario del Consorzio Asi, più volte beneficiato da interventi regionali e se lo stesso sia in grado di raggiungere gli obiettivi prefissati nella sua mission”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × tre =