Dopo Ferrara, Siena e Chieti Lecce si colloca al quarto posto assoluto in Italia in materia di Edilizia scolastica. Sulla base del “Rapporto Ecosistema Scuola 2011” di Legambiente, la nostra città vanta una buona qualità dei servizi e delle strutture scolastiche che corrisponderebbero  ad una cinquantina di edifici, dai nido alle materne, alle elementari e alle medie inferiori.

Si parla di scuole frequentate quotidianamente da circa 10.000 studenti. Questa mattina, durante la conferenza stampa presso Palazzo Carafa a Lecce, l’assessore all’edilizia scolastica Gaetano Messuti  ha voluto sottolineare che “Dei cinquanta plessi, una decina risalgono agli anni novanta, la stragrande maggioranza agli anni 70-80 con alcuni edifici risalenti alla prima metà del secolo scorso: la scuola elementare Cesare Battisti (fine ottocento) , le scuole elementari Armando Diaz ed Edmondo De Amicis. Questo risultato- continua l’assessore Messuti – ci conforta molto e ci fa anche lavorare con maggiore incentivazione. Lecce, in questi ultimi anni, ha rivolto l’attenzione soprattutto sulla sicurezza, portando avanti un accurata politica di salvaguardia della salubrità ambientale; a tal proposito è stato rimossa ogni presenza di amianto, che pur non presentando una pericolosità immediata può dare problemi di deterioramento in futuro. In particolare si è intervenuti in due sedi elementari e in sei scuole dell’infanzia sostituendo i tegoloni in eternit siti sulle coperture esterne ed alcune pavimentazioni in linoleum. La nostra attenzione è stata rivolta poi all’efficienza energetica atta a migliorare la vivbilità delle strutture scolastiche. Abbiamo provveduto alla rimodernazione degli impianti di riscaldamento, sezionandoli e completando la trasformazione a gas metano di tutte le centrali termiche; è stato avviato un sistema di “telecontrollo informatizzato e centralizzato: tutte le centrali termiche sono monitorate con continuità, con accensione e spegnimento a distanza, con possibilità di controllo puntuale della temperatura interna ed esterna delle sedi scolastiche e di regolare funzionamento delle stesse centrali.”
Insieme all’assessore messuti, era presente anche il sindaco di Lecce Paolo Perrone che ha espresso l’orgoglio per il risultato raggiunto: “Quando Lecce è bassa nelle classifiche noi non ci sconfortiamo, cosi come quando è alta non ci esaltiamo, ma devo dire che questa classifica, fatta da Legambiente ci rende molto orgogliosi. Ci tengo innanzitutto a dire che uno dei punteggi di favore riguarda la qualità dei pasti delle mense, ottimi a Lecce, nonostante le polemiche di questi ultimi anni. Inoltre, un altro punto a nostro vantaggio è la disponibilità e l’efficienza dello Scuolabus, vantaggio soprattutto per i genitori! Nonostante le difficoltà finanziarie inoltre l’amministrazione Comunale continua nel suo impegno mirato a migliorare la vivibilità delle strutture scolastiche con: la realizzazione di un nuovo asilo nido in Via Merine, con la fine dei lavori prevista per luglio/agosto p.v e con un importo finanziario di 1.100.000,00; Lavori di manutenzione straordinaria alla scuole elementare “Le Vele” di via Carrara che consistono nella realizzazione di un nuovo rivestimento esterno delle facciate, dato che l’attuale è ormai deteriorata, con un prodotto ecologico idonei a migliorare l’isolamento termico e connesso quindi al contenimento energetico. Inoltre, sempre per la stessa scuole elementare i lavori prevedono anche la manutenzione della recitazione metallica e del manto bituminoso del piazzale d’ingresso; l’importo finanziario è pari a 250.000,00 euro.
Continuo con:  lavori di manutenzione straordinaria alla scuola Edmondo de Amicis e alla succursale di via Palumbo, consistenti nel rifacimento della quasi totalità dei servizi igienici, sostituzione di buona parte degli infissi esterni e per il plesso di via Palumbo è prevista la sostituzione dell’ascensore dimesso per rendere cosi “accessibile” il primo piano, l’importo finanziato è di 342.512,31 euro.
Infine, vi sono i lavori di ristrutturazione del complesso scolastico di Via Abruzzi, sede di una nuova Direzione Didattica, consistenti nella realizzazione di nuovi locali mensa, per circa 170 posti e dei servizi accessori per la materna e la elementare, nella regolarizzazione degli spazi per la nuova direzione e segreteria, l’importo finanziato è di 625.500,00 euro.”
Sicurezza, risparmio energetico e migliore vivibilità delle strutture scolastiche, quindi, le parole chiave della conferenza di questa mattina, ma soprattutto i requisiti che ci hanno permesso di raggiunger questo buon risultato.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 + 3 =