Domenica scorsa ha preso il via a Martina Franca la prima edizione del <<Giro della penisola italiana>>. Il nuovo evento ciclistico, lanciato dal Presidente regionale della Federazione ciclistica italiana Salvatore Bianco, è spalmato in dodici tappe racchiuse nei territori di Lecce , Brindisi e Taranto

per una competizione che abbraccia circa dieci categorie della disciplina. Tagliati i nastri di partenza in quel di Martina, si sono  evidenziate nel post-gara le prove anti-doping; perfetta dimostrazione di come sicurezza e igiene sportiva sia lo slogan che contraddistingue il pensiero di Totò Bianco nel pianeta del ciclismo.  La seconda trance è prevista per il 3 aprile a Campi Salentina in occasione del primo trofeo <<Cantine Negramaro>> con la collaborazione del Gruppo Sportivo Salice Salentino. Inoltre la manifestazione ciclistica è coadiuvata dal Panathlon Club Lecce presieduto da Ludovico Malorgio. Archiviata una prima riunione alla quale ha preso parte il sindaco Paolo Perrone, il Presidente Bianco insieme ai <<mostri sacri>> del ciclismo salentino, si riunirà martedì per limare gli ultimi dettagli tecnici del nuovo e interessante giro. Oltre a rimpinguare il movimento della bicicletta, l’ iniziativa di Bianco punta a promuovere il territorio attraverso uno scambio socio-culturale con le altre realtà ciclistiche delle regioni  campane, lombarde, venete e abruzzesi. L’ evento, con tappa finale prevista a San Cataldo nel mese di settembre, metterà in palio per i primi classificati, premi come televisori, frigoriferi e tapis roulant solo per citarne i più ambiti.