Passerà anche da Nardò, il prossimo 16 marzo, l’avventura de “La Pace va Per…Corsa”, manifestazione a tappe promossa da Libera per ricordare le vittime di mafia, proprio nell’anniversario dell’unità d’Italia. La maratona, partita il 18 febbraio e destinata a concludersi il 17 marzo a Matera, ha per protagonista

Giuspeppe Papaluca, il barbiere-maratoneta che ha già firmato alcune imprese negli anni passati come la Mosca-Roma o la Hammann-Baghdad. Durante questo “Giro d’Italia” Papaluca e Libera stanno incontrando scolaresche, società sportive, associazioni di volontariato, che tappa dopo tappa, corrono tratti di strada insieme al maratoneta romano. In ogni luogo vengono ricordate le vittime di mafia, effettuate visite ai beni confiscati e aperti dibattiti e confronti sull’Unità d’Italia.
A Nardò l’appuntamento è per le 10.15, nei pressi del Palazzo di città in piazza Cesare Battisti, alle 10.30 – dopo che gli alunni del I Nucleo intoneranno l’Inno di Mameli e Va Pensiero – prenderanno la parola le autorità locali per un breve saluto, poi sarà annunciata l’intitolazione del presidio territoriale di Libera a Renata Fonte. Si aprirà quindi il corteo, che si snoderà su via XXV Luglio e via Bonfante, con momenti di riflessione presso le epigrafi di R. Fonte e P. Inguscio. La maratona vera e propria inizierà alle 12 dall’istituto Moccia, per 800 metri di percorso, tramite via Cuoco, via Marinai d’Italia e corso Italia. Seguiranno momenti di animazione a cura degli alunni delle scuole. La conclusione della manifestazione è prevista intorno alle 14.15.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.