{youtube width=”400″ height=”300″}aGyG-hqho0o{/youtube}

Sarà Sandra Milo una delle protagoniste della XII edizione  del Festival del cinema Europeo.  È lei che nel film W Zappatore del regista esordiente Massimiliano Verdesca indossa i panno di metallara.

 

Il film, girato a Lecce, racconta la storia di Marcello Zappatore (esordio anche per lui), un giovane trentatrenne che per guadagnarsi da vivere suona la chitarra elettrica in una band metal satanista famosa della zona.
L’attrice ha confessato tutto il suo piacere nel partecipare ad un film che sarà presentato in anteprima al Festival e si è sentita onorata di aver lavorato con un regista che, se pur giovane ed esordiente,  riserva grandi potenzialità.
La riflessione dell’artista va però ben oltre: può il cinema di oggi assolvere ad una funzione educativa?
Dure le parole della Milo “No, pochi oggi pensano all’educazione”, che sembrano ritrovare la speranza nella Fede: secondo l’attrice  la religione cattolica può aiutare i giovani di oggi.