In un’area di 12 mila metri quadrati c’era di tutto: pneumatici, eternit, elettrodomestici e auto. La discarica abusiva è stata scoperta dalle fiamme gialle di Lecce, che hanno individuato in una vecchia cava di tufo, vari rifiuti pericolosi per l’ambiente.

La cava di circa 12 mila metri quadri, che si trova nella campagne di Galatone a pochi chilometri dal mare, in un’area destinata dal piano regolatore generale a servizi turistici, è stata sottoposta a sequestro dai Finanzieri perché illecitamente adibita a discarica abusiva.

Da una prima classificazione, all’interno della cava è stata rinvenuta una elevata quantità di rifiuti, molti dei quali rientranti nella categoria di quelli speciali e tossici; tra cui numerosi pneumatici usati, elettrodomestici, carcasse di auto, nonché materiale eternit, che è notoriamente considerato altamente cancerogeno per la salute umana.

Nei prossimi giorni saranno interessati anche gli organi competenti per la bonifica dell’intera area.

I 13 comproprietari della cava, tutti originari della zona, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce e devono rispondere dei reati in materia di tutela ambientale.