Uno studente di 14 anni di Merine è rimasto ferito all’occhio destro, dal nottolino di un vecchio fucile subacqueo ad aria compressa, che si trovava nella tavernetta del padrone di casa, dove assieme ad altri tre amici, padrone di casa compreso, stava giocando a carte.

Uno dei presenti si e’ incuriosito per la presenza del fucile, che si trovava su una mensola, e lo ha preso. La fiocina non era inserita, ma nel manovrarlo, e’ partito un segmento metallico di due centimetri, che ha centrato l’amico. Quest’ultimo e’ stato trasportato in ospedale al Vito Fazzi di Lecce, ed operato, perche’ l’oggetto si e’ fermato alla base del cervello. La prognosi e’ riservata. È accaduto ieri sera. L’amico, che ha sparato accidentalmente, e’ stato iscritto d’ufficio sul registro degli indagati della Procura dei minori, per lesioni colpose gravissime. Il padrone della casa dove si e’ verificato l’incidente ed i suoi genitori non sono punibili, perche’ in quanto sportiva, l’arma che avevano in casa, non era sottoposta al vincolo della custodia in un luogo sicuro. Per gli accertamenti sono al lavoro i carabinieri