Sarà aperto dal saluto fatto pervenire dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il “Consiglio regionale aperto” in programma domani, martedì 15 marzo, alle 15, in via Capruzzi.

Alla vigilia dei solenni appuntamenti nazionali – il 17 marzo, a Roma, con la seduta a Camere riunite a Montecitorio e il giorno seguente a Torino – la massima Assemblea istituzionale della Puglia ricorderà il significato e le conquiste dell’unificazione come Nazione, prima Regno nel 1861 e poi Repubblica, nel 1946, “una e indivisibile”, secondo la Costituzione entrata in vigore il 1 gennaio 1948..
Sarà la principale manifestazione nel quadro delle celebrazioni pugliesi del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Una seduta straordinaria, davanti alle Autorità e ad un pubblico costituito in gran parte da scolaresche e da una rappresentanza del Consiglio regionale dei Giovani. “Perché la nostra iniziativa vuole parlare soprattutto alle giovani generazioni, che saranno depositarie dei valori e dei principi dell’unità”, fa presente il presidente Onofrio Introna, che aprirà i lavori col suo intervento.
Seguirà una relazione del prof. Vito Antonio Leuzzi, docente e storico che collabora alle attività della Teca del Mediterraneo, la biblioteca del Consiglio regionale. Per l’Assemblea interverranno successivamente un rappresentante della maggioranza ed uno della minoranza. Chiuderà il presidente della Regione, Nichi Vendola.