Un’ulteriore riunione per fare il punto della situazione, con riferimento al crono programma stabilito per mettere in funzione l’impianto di depurazione di Porto Cesareo (LE), si è svolta oggi a Bari alla presenza dell’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati , del Sindaco di Porto Cesareo Vito Foscarini e

rappresentanti dell’Acquedotto pugliese. “La decisione assunta nel corso delle precedenti riunioni – ha dichiarato Amati – di procedere per singole fasi sconta inevitabilmente alcuni ritardi di natura tecnico – amministrativa. Avendo la necessità di mettere in funzione l’impianto il prima possibile e fare così uscire l’Italia, la Regione e il Comune di Porto Cesareo dalla procedura di infrazione comunitaria che riguarda proprio la realizzazione di quest’opera, cercheremo comunque di rispettare i termini che ci siamo importi in precedenza, che prevedevano la messa in esercizio del depuratore entro la fine del 2012. A questo punto, sarà necessario instaurare un dialogo e una collaborazione costante tra il Comune di Porto Cesareo e i tecnici dell’Acquedotto, che si sono dichiarati disponibili a fornire consulenze e professionalità in modo da risolvere questa vicenda quanto prima”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 3 =