Ha molestato e minacciato una donna di 31 anni di un paese del Basso Salento, conosciuta dal 2009. Per questo motivo sono scattate le manette per Alba Salvatore, di  44 anni, originario di Ribera (AG), ma domiciliato in Torino, accusato di atti persecutori.

Stando alla ricostruzione degli agenti di polizia di Taurisano, l’uomo ha perseguitato la donna tramite una miriade di sms a contenuto offensivo; collegandosi al profilo aperto su Facebook dalla donna, scrivendo frasi offensive e diffamatorie; contattatando i suoi amici e cercando di avere informazioni sulla sua vita privata, sparlando della 31enne; la ha tempestata con moltissime telefonate, che rimanevano senza risposta, aprendo sul sito internet di incontri “badoo” un profilo a suo nome, inserendo i suoi dati e indicando che era disponibile ad “incontri” con uomini e donne; minacciando (telefonicamente e con sms) di fare del male a lei o ai suoi familiari se avesse seguitato a non rispondere alle sue chiamate, nonché (via sms) scrivendole che se non si fossero visti sarebbe andato a prenderle la cosa più cara (riferendosi al figlio minore della donna) ed ancora dicendole davanti a personale di Polizia di Torino che se lei lo rifiutava “sarebbero morti assieme”, provacandole un grave stato di paura e di ansia.
Nella serata di ieri, fortunatamente, la fine dell’incubo. L’uomo partito in treno alla volta del salento, è stato rintracciato dai poliziotti del commissariato di Taurisano che lo arrestavano e lo hanno portato presso il carcere di Borgo San Nicola.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.