Non si arrende Maria Luisa Bene. E torna a chiedere l’apertura di un’inchiesta che faccia luce sulla morte del fratello Carmelo, grande genio del teatro italiano, scomparso nove anni fa, il 16 marzo del 2002 all’eta’ di 65 anni.

”Sulla morte di Carmelo Bene siamo decisi a chiedere l’apertura di un’inchiesta”. Lo conferma all’Adnkronos l’avvocato Francesca Conte, legale della sorella del grande genio del teatro italiano. ”Sto studiando il caso – spiega- e come prima cosa chiedero’ l’acquisizione dei documenti sanitari per verificare se ci siano state o meno sottovalutazioni gravi colpose o dolose dello stato di salute del maestro. Perche’ se qualcuno ha sbagliato penso che debba pagare”. ”Cerchero’ di verificare in primo luogo -riferisce il legale- quando Carmelo Bene si e’ ammalato. E in secondo luogo perche’ per due anni non e’ stato detto niente alla sorella Luisa e perche’ intorno a lui e’ stato creato una sorta di cordone inaccessibile ai suoi amici piu’ stretti. E’ un dovere morale conoscere la verita’ prima che questi reati vengano prescritti e far luce sulla morte di un genio amato ed esecrato, ma comunque grandissimo”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 4 =