Monta la protesta degli immigrati che lavorano alle dipendenze della Tecnova, azienda spagnola del fotovoltaico con cantieri nelle province di Brindisi e Lecce.
Erano una ottantina gli operai, che dopo aver aspettato pazientemente interventi

che agevolassero la loro delicata situazione, non vengono pagati infatti da tre mesi e dopo essere stati costretti ad inaccetabili condizioni di lavoro, questa mattina sono scesi in piazza a Sant’Oronzo e davanti alla Prefettura per protestare.
Una protesta pacifica che ha ottenuto la solidarietà del sindacato Ugl.
Intanto lunedì mattina 4 aprile si terrà in Prefettura a Lecce un incontro sul caso al quale perteciperà il sottosegretario all’Interno, Alfredo Mantovano

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × tre =