Si è riunito, su iniziativa del Capogruppo a Palazzo Carafa Antonio Rotundo, il Gruppo Consiliare del PD allargato al Segretario Cittadino, Fabrizio Marra e al Responsabile Provinciale dei trasporti e mobilità, arch. Sergio Ventura.

La riunione ha avuto come argomento la discussione sulla decisione da assumere in nel merito delle proposte, avanzate dall’Assessore Ripa, di modifica della viabilità cittadina dell’area centrale cittadina.
A conclusione della discussione è stato diffuso il seguente comunicato:

“Il Partito Democratico di Lecce, attraverso una costante e costruttiva azione di proposta a salvaguardia dei generali interessi cittadini, ha fatto sentire in questi ultimi mesi la sua voce su un delicato problema quale quello del traffico cittadino.
Diversamente dall’azione della maggioranza di centro-destra, condizionata per mesi da una incomprensibile segretezza intorno ai provvedimenti sul traffico in elaborazione, il PD cittadino ha pubblicamente e alla luce del sole avanzato proposte di buon senso e di strategica visione del futuro cittadino. Non proposte roboanti, di sapore elettoralistico, da non attuare mai; ma grande attenzione a non creare profondi disagi nella popolazione a seguito di provvedimenti, a volte metodologicamente superficiali e incompleti, predisposti dalla maggioranza di centro-destra al Comune.
Mancano obiettivi strategici chiari e modalità d’intervento corrette.

Di contro,  la proposta avanzata dal nostro Partito si fonda su DUE imprescindibili obiettivi:
1)    La salvaguardia dell’attuale Zona a Traffico Limitato.
2)    La pedonalizzazione immediata del quadrilatero di Piazza Mazzini.
1) Il centro storico di Lecce, dal tempo della Giunta di centro-sinistra, è una ZTL per tutte le ore del giorno e della notte. Se poi, di nascosto e senza informare i cittadini, le maggioranze di centro-destra hanno modificato tale fondamentale principio, è giunta l’ora di prendersi pubblicamente la responsabilità di tale inqualificabile provvedimento.
La realtà che si vive oggi nel centro storico è quello del Far West senza alcuna regola e in balia dei prepotenti.
Il Gruppo consiliare del PD ha chiesto, al Dirigente di settore, di avere risposte chiare nel merito di quale regolamentazione esista oggi nel centro storico, non ricevendo alcuna risposta.
Inoltre, nel 2010, il Consiglio Comunale aveva votato all’unanimità un OdG con cui la maggioranza si impegnava, entro un mese, ad annullare gli oltre 6.000 permessi per il transito nel centro storico, concessi con troppa leggerezza e di predisporre un nuovo regolamento che abolisse i privilegi concessi.
Su questo tutto tace! Non è più tempo per i misteri e le parole ambigue!

2) Le modifiche alla viabilità cittadina sono state giudicate positivamente dal nostro Partito in funzione della immediata pedonalizzazione di Piazza Mazzini. Oggi riteniamo inutile e dannoso allargare la “zona pedonale”? (siamo sicuri di quello che scrivete? Zona pedonale significa che neanche i residenti possono parcheggiare. Forse volevate dire ZTL?) a strade come Via 140° Reg. Fanteria, Via Oberdan o Via Filippo Bacile senza che sia pedonalizzata la vera Piazza Mazzini attraverso l’allungamento della zona pedonale (questa sì zona pedonale!) di Via Trinchese sino all’angolo di Via Monte San Michele.
Oggi è fondamentale e strategico dare all’asse pedonale di Via Trinchese il suo naturale sbocco sul quadrilatero di Piazza Mazzini, invece che pedonalizzare strade secondarie che non servono alla città e provocheranno solo disagio ai residenti.
Quindi chiediamo che nell’Ordinanza da redigere siano inseriti:
–    L’attivazione dei controlli h.24 con telecamere sui varchi di accesso al centro storico;

–    La pedonalizzazione di Via N. Sauro (da Via C. Battisti a Via Trinchese) e Via Trinchese sino a Via Monte San Michele compreso il lato di Piazza Mazzini sulla Galleria IACP, lasciando l’accesso carrabile ai rimanenti due lati della Piazza;

–    L’estensione della ZTL a Via Costa e l’eliminazione del recinto della Villa Comunale;

E che sia CONTESTUALMENTE portato in Consiglio Comunale il nuovo regolamento dei permessi di accesso alla ZTL.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto + quattro =