Le ultime verifiche effettuate dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Lecce ha permesso di scoprire nei confronti di un’impresa del capoluogo, operante nel settore immobiliare, l’omessa fatturazione di una operazione imponibile per 400 mila euro

ed un omesso versamento d’imposta sul valore aggiunto per circa 80 mila euro.

L’impresa, infatti, aveva effettuato cessioni immobiliari nei confronti di una società della grande distribuzione alimentare senza applicare le imposte dovute.

In particolare, l’impresa ispezionata non aveva assoggettato all’imposta sul valore aggiunto la vendita di un terreno edificabile sul quale, successivamente, è stato costruito, da parte dell’acquirente, un immobile destinato a punto vendita. Detta impresa, eludendo la normativa fiscale, aveva trattato l’operazione come vendita di un “bene strumentale” e, come tale, considerato l’operazione come “non imponibile”.

L’attenta analisi della normativa fiscale che disciplina la materia e lo studio di recenti sentenze della Corte di giustizia Europea che ben si è espressa in merito, hanno consentito ai Finanzieri di constatare che la società, adottando un comportamento elusivo, aveva omesso di dichiarare al Fisco un’imposta dovuta per oltre 80.000 euro.

CONDIVIDI