I carabinieri della stazione in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Saso, hanno arrestato: Cinzia Tafuri, di 38 anni di Maglie, accusata di estorsione e ricettazione, e Pantaleo Esposito 43enne di Gallipoli, titolare di una pescheria a Maglie, accusato di ricettazione.

Tutto era nato nello scorso mese di gennaio quando il proprietario di un bed & breakfast di Maglie aveva denunciato il furto presso la sua abitazione e presso il b&b. In seguito la Tafuri, utilizzando la modalità comunemente denominata “cavallo di ritorno”, l’aveva contattato dicendogli che avrebbe riconsegnato la refurtiva in cambio di una somma di denaro, 1500 euro.

Le indagini hanno, anche,  permesso di ritrovare altri oggetti rubati il 28 gennaio ad un altro commerciante di Maglie. Si tratta di un televisore 32”, una collezione di francobolli e una lettera manoscritta del 1905. La donna ora si trova in una cella di Borgo San Nicola, mentre Esposito agli arresti domiciliari

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.