Diego Dantes GD Lecce<Torna Radio Padania nel nostro territorio> afferma Diego Dantes, dei GD di Lecce < e la sua presenza sa tanto di “shopping meridionale”. In pratica si tratterebbe di una mera strategia economico commerciale. Ma i giovani democratici non ci stanno e chiedono il ripristino della legalità>.
Radio Padania ha ripreso le trasmissioni sulle frequenze radio nel Salento, 105.3 mhz invece dei 105.6 di proprietà di Radio Nice. La frequenza 105.3 è a soli 200 kiloherz di distanza dalla frequenza di Rete Otto. La legge però prevede che la distanza minima tra una radio e l’altra sia almeno di 300 kiloherz, e infatti Radio Padania si sovrappone così a Rete Otto

 Radio Padania, nel mercato dell’etere, può agire in regime di semi-monopolio, occupando, valorizzando, permutando o rivendendo le frequenze che sceglie di utilizzare, se non sono richieste da altri proprietari perché, secondo lo Stato, fa parte della categoria delle radio comunitarie, quelle senza scopo di lucro (in un’ora di trasmissioni non possono superare il 5% di pubblicità), che producono contenuti culturali, etnici e religiosi per aree geografiche e popolazioni minoritarie e che  favoriscono il pluralismo di un etere dominato dalle radio commerciali.

<Nonostante la recentissima sentenza dei giudici amministrativi che hanno accolto l’accusa nei confronti di Radio Padania di occupare frequenze di proprietà di altre radio la radio “verde” non sembra aver  capito la lezione e non ha cercato  una frequenza libera su cui piazzarsi nel nostro territorio, bensì si sovrappone nuovamente  ad una frequenza radio già occupata. La loro presenza la riteniamo inopportuna> afferma Stefano Minerva, segretario provinciale dei Giovani Democratici.
E’ evidente che l’intervento dei politici locali non è sufficiente a scongiurare questa sorta di supremazia dell’etere, per questo i GD fanno appello al Governo centrale affinchè intervenga sulla normativa delle radio comunitarie e sull’emendamento che le costituì nel 2001.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 − uno =