“La storia si ripete: è la seconda volta in pochi giorni che il Sindaco Girau e la sua pseudo-maggiranza abbandonano l’aula durante il Consiglio Comunale adducendo motivazioni ridicole, pretestuose ed infondate per sottrarsi all’obbligo di rispondere alle interrogazioni urgenti formulate dai consiglieri comunali del PDL.

Come già accaduto durante il Consiglio Comunale del 25/02/2011, anche nell’ultima seduta del 23/03/2011, al momento della presentazione di una semplice interrogazione urgente da parte dei consiglieri del PDL, Girau e i suoi hanno offeso il Consiglio Comunale abbandonando i lavori e costringendo ad invalidare la seduta.
“Aiutato” da organi tecnici a volte non in grado di far fronte alla assenza di un Segretario Comunale (che si protrae ingiustificatamente da mesi), il Sindaco – facendosi scudo della ambiguità dei “pareri” da questi emanati – ritiene che durante i Consigli Comunali straordinari convocati su richiesta di 1/5 dei consiglieri non sarebbe possibile agli stessi esercitare le loro prerogative di indirizzo e controllo formulando interrogazioni e interpellanze urgenti prima di passare alla discussione dell’ordine del giorno.
Questa sorta di fantasiosa interpretazione non trova riscontro in nessuna norma di legge né di regolamento, anzi, contrasta apertamente con le stesse, che, invece, conferiscono ai consiglieri comunali, sempre e indipendentemente dalle questioni poste all’ordine del giorno, la più piena legittimazione all’utilizzo di questi strumenti.
Pensavamo che le rassicurazioni espresse da Girau a Sua Ecc.za il Prefetto di Lecce – nell’incontro avuto e da noi sollecitato a causa del continuo oltraggio alle regole ed alle istituzione da egli perpetrato – avessero posto fine al deficit di legalità e democrazia a San Cesario. Ci sbagliavamo: non è servita neanche la moral suasion del Prefetto.
Così, a causa della loro debolezza politica e della loro ormai intollerabile incapacità amministrativa che li porta a non essere in grado nemmeno di rispondere alle nostre interrogazioni, continuano, senza il benché minimo pudore, a sfregiare le istituzioni.” Lo comunicano in una nota I CONSIGLIERI COMUNALI del PDL-S.Cesario FERNANDO COPPOLA, MASSIMO LIACI, RINO MARZO, FABIO PATI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 − uno =