“I dati sul deficit sanitario del 2010 consegnati in III commissione dall’assessore alla Salute, Fiore, sono allarmanti: la differenza ancora da coprire al Tavolo di verifica Massicci sulla spesa del 2010, ammonta a 144 milioni 193mila euro”. Lo denuncia in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione, Rocco Palese.

“Il parametro di riferimento per stabilire l’eventuale commissariamento – aggiunge Palese – sancisce che lo splafonamento della spesa non deve superare il 5% del Fondo Sanitario regionale. Per il 2010 il 5% del FSN della Puglia è di 337 milioni di euro, mentre in base ai nuovi dati forniti oggi dall’assessore, la Puglia avrebbe splafonato di 384 milioni e 495mila euro. In pratica si rischierebbe il commissariamento. Una situazione allarmante che oggi emerge in tutta la sua drammaticità non solo per la cifra, ma anche perché a fronte di questa maggiore spesa vi è stata una diminuzione ed un peggioramento notevole dei servizi, si sono allungate le liste d’attesa, sono aumentate le tasse regionali ed i ticket sui farmaci. La Giunta Vendola ancora non dice come intende coprire questi ulteriori 144milioni di euro di deficit, ma purtroppo a pagare saranno comunque gli incolpevoli cittadini. Con l’aggravante che nessuna norma di controllo e di contenimento della spesa è stata introdotta e quindi questi numeri sono purtroppo destinati ad aumentare”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − undici =