Un’evasione fiscale da oltre 220 mila euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Lecce che ha eseguito una verifica fiscale nei confronti di un’impresa commerciale operante nel settore della vendita al dettaglio di bombole di gas da cucina che si è sottratta totalmente al pagamento delle imposte.

Nel mirino dei Militari è finito un imprenditore della provincia, completamente scono-sciuto al Fisco che nel periodo dal 2005 al 2009 ha dimenticato di presentare le pre-scritte dichiarazioni dei redditi, nonchè di contabilizzare elementi positivi di reddito pari a circa 190.000 euro da assoggettare, peraltro, anche all’ imposta regionale sulle attivi-tà produttive (Irap), con un’evasione dell’ Iva per oltre 30mila euro.

Tale risultato è stato realizzato grazie al consueto espletamento dei c.d. ”controlli strumentali”, volti al controllo della corretta emissione dello scontrino e ricevuta fiscale, che hanno permesso di appurare come l’impresa, per i sei anni d’imposta ispezionati, aveva intenzionalmente deciso di non presentare le relative dichiarazioni dei redditi non registrando nelle scritture contabili i corrispettivi, pur rilasciando sistematicamente gli scontrini fiscali ai propri clienti.

Il responsabile è stato pertanto segnalato all’Agenzia delle Entrate per la definizione della relativa procedura di accertamento e riscossione di quanto dovuto all’Erario.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 + tre =