Sequestrati oltre 3.100 litri di prodotto petrolifero agevolato per l’agricoltura utilizzato per fini diversi da quelli agricoli. Questo è il risultato conseguito dai Militari della Compagnia di Gallipoli nel corso di specifici controlli volti al contrasto di illeciti nel settore delle accise.

L’altra sera, i Finanzieri hanno fermato un camion che trasportava materiale per l’edilizia, effettuando, nella circostanza, un prelevamento del carburante contenuto nel serbatoio del mezzo.

La sostanza rinvenuta nel serbatoio, pari a complessivi 110 litri, presentava una colorazione verdastra tipica del gasolio agevolato per uso agricolo che lo differenzia da quello per uso autotrazione (giallo paglierino) e da quello per uso riscaldamento domestico (rosso).

Il controllo è stato quindi esteso presso la sede dell’impresa edile, che ha consentito di scoprire un vero e proprio distributore di gasolio agricolo abusivo. Infatti, i Finanzieri hanno trovato un fabbricato allestito con una cisterna della capienza di 9 mila litri, munita di una pompa di adduzione ed un contatore volumetrico. L’esame della cisterna ha consentito di recuperare 3.000 litri di analogo prodotto a quello già rinvenuto nel serbatoio dell’automezzo sequestrato.

Il servizio si è concluso con il deferimento all’Autorità Giudiziaria del responsabile ed il  sequestro della cisterna e dell’automezzo utilizzato ai fini della frode.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − 11 =