I Finanzieri della Tenenza di Casarano, nel corso di un controllo in materia di “Accise”, hanno individuato un deposito di bombole ove erano stoccati ben 1.030 chili di GPL in esubero rispetto al quantitativo autorizzato.

Il deposito, con un piazzale antistante di 200 metri quadri, posizionato nel centro di Supersano nelle vicinanze di civili abitazioni, costituiva un pericolo per l’incolumità pubblica in quanto, seppur provvisto delle relative certificazioni rilasciate dagli enti competenti (Vigili del Fuoco), aveva in deposito 1.030 chilogrammi di GPL in più rispetto al quantitativo autorizzato, contenuto in bombole che, per l’enorme quantità, erano state accatastate sul predetto piazzale.

Oltre ai 1.030 Kg di GPL, contenuti in 95 bombole di varia capacità, nell’area erano stoccati anche ulteriori 51 contenitori di gas vuoti, ma non per questo meno pericolosi. Tutto il materiale rinvenuto in eccedenza è stato sottoposto a sequestro.

Il conduttore del deposito, un 34enne del posto titolare di un’impresa dedita anche alla distribuzione di gas per uso domestico, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce per aver omesso di denunciare all’Autorità competente la detenzione di materie esplodenti e infiammabili.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.