I finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Lecce hanno individuato due centri di scommesse clandestine on-line legate ad eventi sportivi. Dagli accertamenti e’ stato rilevato che i gestori di due attivita’ commerciali, rispettivamente di Lequile e Arnesano, risultavano sprovvisti delle autorizzazioni previste dalle leggi di Pubblica Sicurezza per raccogliere e gestire telematicamente le scommesse su eventi sportivi.

I finanzieri, constatata la totale assenza delle autorizzazioni prescritte, operavano una perquisizione all’interno dell’esercizio pubblico che si concludeva con il sequestro di 8 personal computer, due stampanti termiche, due router ed alcune decine di euro quale provento dell’attivita’ illecita. Nello stesso ambito, all’interno di due esercizi commerciali, sono stati rinvenuti quattro “videopoker” che oltre a non essere collegati telematicamente con l’Azienda dei Monopoli di Stato e quindi privi di autorizzazione, presentavano tutti una modifica artigianale che consentiva di erogare vincite non in relazione all’abilita’ del giocatore bensi’ con componenti di casualita’. I gestori sono stati denunciati a piede libero alla procura della Repubblica di Lecce per il reato di esercizio di scommesse clandestine e gioco d’azzardo.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 1 =