Pietro Paolo Mennea sarà ospite d’onore di una serata di beneficienza organizzata da S.F.I.D.A., il Sindacato Famiglie Italiane Diverse Abilità, sabato 12 marzo presso l’ex Convento dei Teatini a Lecce.

Il mitico atleta degli anni Settanta, bronzo alle Olimpiadi di Monaco nel ‘72, oro a Mosca 1980, detentore per 17 anni del record mondiale nei 200 metri piani, parteciperà all’iniziativa finalizzata alla raccolta fondi per l’acquisto di un “Simulatore di Guida per conducenti disabili”, ovvero un’apparecchiatura elettronica che permette a chiunque, anche con grave disabilità, di guidare un’auto.
Il simulatore, utilizzato dalle commissioni tecniche per il rilascio delle patenti speciali, permette la misurazione di capacità delle forze residue e dei riflessi negli arti e, grazie ad una sofisticata strumentazione elettronica interamente gestita da un computer, fornisce i dati richiesti dalle più recenti normative di riferimento in materia di rilascio di patenti speciali a persone affette da disabilità (Direttiva per la guida dei veicoli da parte di conducenti con minorazioni multiple – art.327/2 Regolamento C.d.S).
Il simulatore costa circa 40mila euro, per raccogliere i quali già da qualche anno il segretario provinciale del sindacato, Vito Berti, organizza una serie di iniziative. In occasione dello “Sfi-day” nel 2009 (triangolare di calcio tra la Nazionale attori, la Nazionale parlamentari ed una rappresentativa del 61° Stormo dell’Aeronautica di Galatina) furono raccolti 4mila euro. Un incasso che sabato si cercherà di incrementare grazie alla presenza di un grandissimo rappresentate della storia dello sport italiano.
«La raccolta dei fondi avverrà attraverso la vendita di alcuni libri scritti da Pietro Mennea, ed in particolare la sua ultima fatica, “L’Oro di Mosca” – racconta Berti -. Ogni libro costa 15 euro: Mennea ne metterà a disposizione 100 e devolverà l’intero ricavato. Un gesto di grande umanità da parte di un campione che si sta dimostrando molto disponile e generoso. Un gesto che dovrebbero imitare anche le istituzioni e gli Enti locali, il cui contributo sarebbe determinante per riuscire ad acquistare il simulatore».
L’iniziativa è patrocinata dalla Provincia e dal Comune di Lecce, dai Comitati provinciali del CONI e del CIP.