Un furto di cavi elettrici è stato sventato dagli agenti delle Volanti, nella serata di ieri, quando sono intervenuti, dopo una segnalazione presso uno stabilimento dismesso sito in via Slovenia, dove erano state segnalate due persone che uscivano dal capannone e si allontanavano precipitosamente a bordo di una Lancia Dedra di colore scuro.

Sul posto gli Agenti hanno constatato che, accumulati sul marciapiede vi erano 6 o 7 matasse di cavi elettrici in rame tranciati e, a ridosso del muro di cinta, altre matasse tranciate allo stesso modo, asportate dall’interno del capannone dove erano inserite nelle apposite canaline in alluminio.

Le immediate indagini hanno consentito di risalire all’intestatario dell’auto, RUGGIO Oronzo, di anni 50, di Surbo.

Giunti alla residenza dell’uomo, gli agenti trovavano anche Sabato Davide, di anni 32, di Lizzanello, mentre si allontanavano dall’autovettura Lancia Dedra, appena parcheggiata.

Nella circostanza, il RUGGIO ed il SABATO, spontaneamente dichiaravano di essersi portati presso il capannone in argomento, negando tuttavia di aver messo piede all’interno dei locali dell’ex stabilimento.

Considerati i gravi elementi indiziari a loro carico, i due sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto di materiale elettrico e ferroso.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + quattro =