”Se c’e’ chi non partecipa o contesta l’inno o un ministro direi che questi sono due episodi da stigmatizzare e non vanno bene ne’ l’uno ne’ l’altro. Ma il dato rilevante e’ la partecipazione oggi alle celebrazioni in Parlamento delle massime istituzioni con anche i ministri leghisti.

E il Paese che si stringe attorno alle sue istituzioni e al presidente della Repubblica. Il resto fa parte dell’esigenza interna (della Lega, ndr.) di parlare piu’ alla pancia dell’elettorato che altro”. Lo ha detto il ministro dei Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto (Pdl), intervenendo ad Agora’ su Rai Tre commentando le polemiche, tra fischi a ministri e sindaci (La Russa e Alemanno, ieri sera) e contestazioni (Lega Nord), sulla festa per i 150 anni dell’unita’ d’Italia. Quanto alla notizia che gli amministratori della provincia di Varese che stanno tutti lavorando il ministro aggiunge che ”questo dimostra che c’e’ un dibattito in atto anche all’interno della Lega”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici + sette =