Sabato 26 marzo 2011, alle ore 18.30, sarà presentato presso Salento Showroom – Tourist Office di Lecce, il libro “Versi (di)vini – L’enoteca delle parole”, ultima fatica letteraria della casa editrice Edizioni Libere di Maglie. L’evento rientra nella rassegna “Gustosi Incontri.

In vetrina la qualità dei prodotti salentini”. L’incontro sarà accompagnato da letture di poesie con intermezzi musicali e dall’Azienda vinicola “il Torchio Baccanera”, che farà conoscere e degustare i suoi vini pregiati.

VERSI (DI)VINI è una singolare raccolta di poesie sul tema del vino, fonte d’ispirazione per autori e autrici di epoche e culture differenti. La promozione creativa nelle librerie è “affidata” a due bottiglie di buon vino salentino (rosato e negroamaro), le cui etichette realizzate dalla stessa editrice, riproducono la bella copertina del libro.  Rossella Pulimeno, non solo editrice, poetessa e giornalista, ma anche artista poliedrica apprezzata a livello nazionale, ha curato anche le illustrazioni che impreziosiscono la nuova iniziativa editoriale.  Si tratta di lavori realizzati con tecniche varie tra cui fumetto, china, penna grafica, photoshop. La nuova produzione letteraria della casa editrice magliese, vuole essere un omaggio “ a tutti gli autori (di)vini”: a quelli di oggi, a quelli di ieri, a quelli che verranno.
Anna Achmatova, Alceo, Anacreonte, Cecco Angiolieri, Charles Baudelaire, William Blake, Giosuè Carducci, Catullo, Lorenzo de’ Medici, Emily Dickinson, William Ernest Henley, Hermann Hesse, Stephane Mallarmé, Alda Merini, Paplo Neruda, Orazio, Giovanni Pascoli, Cesare Pavese, Umberto Saba, William Butler Yeats. Autori diversi per epoca, provenienza, cultura, che hanno dedicato al “nettare degli dei” le pagine più sorprendenti della loro produzione letteraria. Leggendo i loro testi, si scoprono i limiti umani, ci si trova davanti a quello sforzo perenne da parte dell’uomo di trovare un senso più alto dell’esistenza.
Il vino attraverso il mezzo poetico, si fa testimonianza sincera della complessità delle esperienze umane, assumendo di volta in volta toni e significati diversi, spesso contrastanti. Vino come evasione, conforto, gioia di vivere, condivisione, compagno di liti e invettive, trasgressione, elemento essenziale di ogni terapia. Leggere una poesia sul vino è come stappare una bottiglia rara e preziosa: le sensazioni gusto-olfattive innescano intuizioni che il flusso di sostantivi, aggettivi, metafore, verbi, riprendono e dilatano per aprire passaggi segreti nell’universo del cuore.
Il vino gustato con intelligenza e misura predispone ad un sentire poetico, invita a godere
di ciò che è inatteso e insolito. Vino e poesia: la magia di un incontro che spegne un mondo e ne accende un altro.
Tutto questo è servito al banchetto di “Versi (di)vini”, una piccola e accogliente “enoteca letteraria” il cui invito non si può rifiutare.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

14 + 20 =