In mattinata, il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha chiuso positivamente, unanimemente con lavoratori autonomi e tutte le sigle sindacali, la delicata vertenza occupazionale dei lavoratori della “Salento
Energia”. In allegato il verbale conclusivo di accordo che fa ripartire l’attivita’ della “Nuova Salento Energia”, che
sin da subito ritorna alla piena operativita’ e ad occupare tutti e 67 i lavoratori

Verbale di Accordo
Per la provincia di Lecce il presidene dott.Antonio Gabellone-ing. dott.Carlo Frisullo
Per la nuova Salento Energia dott. Maurizio Mazzeo
Per Filcams Cgil Valentina Fragassi e Antonio Moscaggiuri
Per Fisascat Cisl Valentina Donno
Per Uiltucs Piero Fioretti
Per Slai Cobas Luigi Ranfino
Per Cobas del lavoro privato Romeo Candido
Per Ailp Francesco Cordella
Per Ugl Anna Maria Mariano

Le parti esaminato il piano d’impresa redatto dall’Amm. Unico dott. Maurizio Mazzeo inerente il servizio controllo impianti termici, approvano lo stesso salvo verifiche sull’andamento del servizio e dei flussi economici.
Concordano di contenere il costo del personale previsto nel piano d’impresa per l’anno 2011 per un costo pari a 28 ore settimanale ad addetto applicando un regime di flessibilità che sarà successivamente stabilito dalle parti con le RSA. Pertanto dal 01.04.2011 il servizio partirà con 30 ore settimanali ad addetto utilizzando per la differenza tra le 40 ore e le 30 settimanali la CIG in deroga. l’azienda anticiperà per i primi 3 mesi la differenza della CIG previa autorizzazione dell’INPS di Lecce.
Le parti stabiliscono che ogni bimestre s’incontreranno per la verifica dell’andamento del servizio e dei costi aziendali.
La Provincia s’impegna a redistristribuire eventuali ulteriori entrate rispetto alle previsioni di piano o eventuali dimissioni e pensionamenti a qualsiasi titolo in favore degli attuali lavoratori in termini di aumenti di ore  contrattuali fino a concorrenza del ripristino delle 40 ore settimanali.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + diciotto =