Un’area di oltre 600 metri quadri e’ stata sequestrata mentre sono stati bloccati i lavori di ristrutturazione ed ampliamento di un impianto sportivo di proprietà del Comune di Morciano di Leuca.

La struttura, costituita da due campi di calcetto ed una pista di pattinaggio, era stata recentemente affidata in gestione per dieci anni ad una società cooperativa della zona. I finanzieri della Tenenza di Leuca insospettiti dall’assenza di qualsiasi cartello informativo dei lavori di ristrutturazione ed ampliamento in atto presso la struttura, hanno deciso di verificare il rilascio delle previste autorizzazioni. Dagli accertamenti eseguiti presso l’Ufficio Tecnico comunale, e’ stato accertato che la società cooperativa gerente, tenendo all’oscuro di tutto il Comune di Morciano, aveva avviato i lavori di ristrutturazione ed ampliamento della struttura, senza richiedere le necessarie autorizzazioni compresa quella prevista per i vincoli paesaggistici. Informata l’autorità giudiziaria, i finanzieri hanno proceduto al sequestro dell’area interessata dai lavori illegali ed alla contestuale denuncia del rappresentate legale della società concessionaria per violazione alle norme in materia edilizia.