“Ciò che accade in questi giorni nei comuni chiamati a rinnovare le proprie amministrazioni locali danno ragione a ciò che da tempo l’Udc va denunciando e cioè un progressivo allargarsi dell’area moderata, con la quale Pd e Pdl devono fare i conti.

Segno di un loro progressivo sfaldamento.” Interviene così il Coordinatore regionale Udc-Puglia, on. Angelo Sanza.
“Nell’area di Centro, la credibilità dell’Udc non può essere però confusa con l’opportunismo di chi crede in essa solo per la comodità di esercitare un ricatto e chiedere di imporre i propri candidati a destra come a sinistra.
La confusione nel centrosinistra e nel Pd, in particolare nella Puglia di oggi, produce incertezze in tutte le Istituzioni presenti sul territorio.
Non va molto meglio a destra, dove i gruppi e i sottogruppi del Pdl sono ormai una realtà e perseguono obiettivi locali in spregio a qualsiasi coerenza politico-culturale.
Il degrado della politica nazionale ormai pervade la periferia, e le Istituzioni vengono spesso aggredite da faccendieri alla ricerca di spazi e di potere.
Noi dell’Udc non facciamo sconti a nessuno, ribadiamo la nostra coerenza di opposizione responsabile a Bari come a Roma e per queste elezioni amministrative, ovunque è possibile, proviamo a costruire alleanze di Nuovo Polo o intese politico-programmatiche tenendo in debito conto la qualità dei programmi e l’onorabilità degli uomini per la buona guida degli Enti locali.”