Le Fiamme Gialle della Tenenza di Casarano, a conclusione di indagini economico finanziarie in materia di reati fallimentari, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce un commerciante di Gallipoli, per il reato di bancarotta fraudolenta.

Le indagini condotte dai finanzieri, hanno evidenziato che l’imprenditore avrebbe svilito il patrimonio aziendale occultando prodotto petrolifero e mezzi aziendali e sottratto, a più riprese, somme di denaro nel periodo immediatamente precedente alla dichiarazione di fallimento dell’impresa nell’atto in cui la stessa versava in procedura di concordato preventivo, per un importo complessivo di circa 100 mila euro.

L’imprenditore, aggravando ulteriormente la propria posizione, avrebbe anche, volutamente, occultato i registri e le scritture contabili dell’azienda non consentendo, quindi, la reale costruzione del patrimonio della stessa, nonché il suo effettivo volume d’affari.

Per i fatti illeciti rilevati, il titolare  dell’impresa società fallita, risponderà del reato di bancarotta fraudolenta.

Nei primi mesi del 2011, nello specifico settore, sono stati operati 12 interventi che hanno portato alla denuncia a piede libero di 17 soggetti.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.