Bette Davis è stata una delle più grandi interpreti del cinema mondiale, ed ha vantato la sua partecipazione a centoventi film. Nel 1962 esce a New York  la sua autobiografia, intitolata The Lonely Life. An Autobiography, rimasta inedita in Italia fino a pochi giorni fa, quando è uscita presso la Lithos, la traduzione italiana, intitolata Lo schermo della solitudine, tradotta da Filippo Kulberg Taub, e presentata dal professore di Cinema, alla Sapienza, Maurizio De Benedictis.

Filippo Kulberg Taub collabora da diversi mesi con l’università, e la traduzione di questo libro fa parte della tesi sperimentale che egli ha presentato, e che gli ha fatto meritatamente assegnare il tanto agognato 110.  Attraverso la lettura di questa autobiografia si evince non solo la prodigiosa carriera di questa straordinaria attrice, ma anche la sua solitudine, perché al suo successo internazionale nel campo professionale si contrappone il fallimento privato: quattro matrimonio tristemente conclusi nel divorzio e il rapporto conflittuale con la figlia, che pubblicò un libro in cui la descriveva come una matta arrogante e alcolizzata. Questo libro, caratterizzato da una tagliente ironia, testimonia anche la genialità e la forza di questa attrice, salita alla ribalta del successo nonostante non sia stata la classica bellona di Hollywood, e perciò ha sempre interpretato ruoli da cattiva; girò anche un film in Italia negli anni Settanta, Lo scopone scientifico, con Alberto Sordi e Silvana Mangano. In queste pagine Bette non fa mistero dei suoi più intimi sentimenti, e narra minuziosamente tutti gli avvenimenti che hanno segnato la sua vita e la sua carriera. Alla traduzione dell’autobiografia, è stato scelto anche di affiancare le immagini della lunghissima filmografia di Bette Davis, attraverso le quali il lettore può scorgere la straordinaria mimica di questa attrice, che ha combattuto con tutte le sue forze le avversità che la vita le ha presentato. Perché anche ad Hollywood non è tutto oro quello che luccica.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 + 11 =