È stato abbandonato poco dopo la mezzanotte davanti al cancello dell’ospedale Perrino di Brindisi, con ferite alla testa, trauma cranico ed escoriazioni su tutto il corpo. Si tratta di G.M. 43enne di Ostuni, ritenuto uno dei responsabili, che stanotte hanno fatto saltare in aria una villetta a Soleto. L’uomo è stato denunciato per trasporto e detenzione di materiale esplodente, attentato incendiario e danneggiamento.

L’ attentato è stato compiuto nella tarda serata di ieri ai danni di una casa situata nelle campagne di Soleto, in contrada “Fischione”. L’abitazione, di proprieta’ di un pensionato di 76 anni, ha subito ingenti danni a seguito dell’ esplosione di una bombola di gas.

L’immobile, utilizzato solo nella stagione estiva, era disabitato. Sul posto sono intervenuti gli agenti del locale commissariato ed i vigili del fuoco di Lecce e Maglie che hanno spento l’incendio. Lungo lo stradone d’accesso alla casa sono state trovate macchie di sangue ed un passamontagna con tracce ematiche, che hanno portato gli investigatori a ritenere che i responsabili, due secondo alcune testimonianze, erano rimasti feriti. La casa e’ stata sequestrata e dichiarata inagibile. Il proprietario ha dichiarato di non avere mai avuto minacce.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.