“Le dimissioni dell’on. Alfredo Mantovano, pur rispettabilissime e condivisibili sul piano umano, appaiono, tuttavia, sotto il profilo politico una misura zoppa, che non rende pieno merito ad una pubblica azione di dissenso nei confronti dell’azione politica del Governo nazionale completamente appannaggio della Lega”

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, intervenendo sulle dimissioni del sottosegretario all’Interno, Alfredo Mantovano.
“Perche le dimissioni in questione abbiano una chiara valenza politica – prosegue Buccoliero – occorrerebbe che l’on. Mantovano privasse del suo appoggio un Governo che, alla luce degli ultimi eventi, appare condizionato da una forte azione leghista, fortemente caratterizzata da disvalori lontani dal comune sentire degli italiani”.
“In effetti – sottolinea l’esponente Mep – il gesto forte delle dimissioni s’inquadra in un’ottica di totale dissenso verso l’attuale azione politica, con particolare riferimento alla gestione dell’emergenza profughi, che risente sensibilmente dei ricatti della Lega Nord”.
“In quest’ottica, allora – conclude Buccoliero – bene farebbe l’on. Mantovano a negare il suo appoggio ad un Governo, che deve celebrare l’Unità d’Italia nei fatti, prima ancora che nelle parole”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.