“L’accordo che i Moderati e Popolari hanno fatto con il PDL, a Bari, in vista delle prossime amministrative, avrebbe potuto avere una logica e naturale prosecuzione nel Salento, se solo ci fossero stati rispetto e chiarezza politica nei confronti di una coalizione che, per circa due anni, ha condiviso

un percorso progettuale con il PDL, contribuendo, in maniera decisiva, all’elezione del presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone”.
È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, tornando sulle amministrative e sull’invito, rivolto dal PDL, perché anche nel Salento si segua l’esempio del comune di Modugno, dove Mep e PDL sostengono un unico candidato.
“La vicinanza di MeP al centrodestra barese – prosegue Buccoliero – è il frutto di un percorso, che personalmente ho intrapreso a Lecce e nel Salento già da due anni. I colleghi Canonico e Olivieri, infatti, hanno inteso portare avanti, proprio sull’esempio leccese, una progettualità con il PDL, che già era stata avviata da me nel Salento.
Con la non piccola differenza, però, che i colleghi del PDL barese, a differenza di quelli salentini, hanno inteso convergere, nel comune più  grande tra quelli che vanno al voto, Modugno, proprio sul candidato sindaco di MeP.
Mi chiedo, a questo punto: il PDL salentino avrebbe fatto la stessa cosa, convergendo, a Trepuzzi, sulla figura di Vito Leone o, a Collepasso, su quella di Maria Rosa Grasso, entrambi candidati sindaco di Moderati e Popolari? O l’accordo che essi proponevano sarebbe stato, ancora una volta, una sorta di vassallaggio politico del nostro gruppo? Chi ha una chiara progettualità politica non può aspettare, fermo restando che tanto Vito Leone quanto Maria Rosa Grasso, già da un anno, avevano annunciato la loro candidatura, dimostrando ampia disponibilità a condividere e ad integrare il loro programma politico con quanti avessero mostrato un reale interesse.
La maggiore coerenza che auspicano i colleghi del centrodestra nel Salento –  conclude Buccoliero – l’auspico fortemente anch’io da parte dei vertici salentini del PDL, che, a differenza dei loro colleghi baresi, sono stati meno propositivi e meno disponibili nel sostenere un percorso di reale condivisione progettuale e politica, a cui non ci siamo mai sottratti e mai ci sottrarremo”.

 



CONDIVIDI