Sono stati sorpresi dal proprietario dell’abitazione nell’intento di perpetrare il furto, e sono stati arrestati dai carabinieri. Si tratta di Giovane Bruno  69enne  di Squinzano e De Santis Oronzo 64enne di Surbo, accusati di tentato furto in abitazione e possesso ingiustificato di attrezzi da scasso.

È accaduto ieri sera, a Cavallino, in una stradina parallela alla strada statale 16, forse per questo pensavano che il colpo sarebbe stato facile. Purtroppo per loro però il proprietario, proprio per proteggersi dai furti aveva installato un antifurto collegato al suo telefono cellulare.

Quando verso le 23 di ieri il sistema di allarme si è attivato, il proprietari ha chiesto aiuto. Intervenuti i carabinieri per i due topi d’appartamento sono scattate le manette

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × quattro =