La protesta dei lavoratoriLa situazione dei lavoratori immigrati mal pagati e schiavizzati ha sollevato un vespaio di polemiche soprattutto in chiave politica, non sono mancati gli interventi regionali da parte dell’opposizione che giudicano delle responsabilità di governo alla base degli eventi delle ultime settimane

“E’ imbarazzante oltre che vergognoso il silenzio di Vendola e del suo Governo regionale sulla situazione scandalosa dei cosiddetti “schiavi” del fotovoltaico. I lavoratori extracomunitari sfruttati hanno occupato il centro di Lecce: il Sindaco Perrone, la Provincia di Lecce e Confindustria si sono dati da fare per trovare una soluzione, mentre non si sente la voce della Regione Puglia”. Lo sostengono i consiglieri regionali salentini di centrodestra Rocco Palese, Antonio Barba, Andrea Caroppo, Erio Congedo, Roberto Marti, Mario Vadrucci.
“Vendola ha cavalcato il boom delle energie alternative per tutta la campagna elettorale, girando l’Italia e l’Europa e definendole il fiore all’occhiello della nuova green economy della Puglia ed oggi che si rivela da un lato la giungla dell’assenza di regole con le inchieste giudiziarie e dall’altro le condizioni disumane in cui questi poveri immigrati sono costretti a lavorare e a vivere, lui non c’è. E’ salito sui tetti di Roma, è andato dinanzi ai cancelli di tutte le fabbriche possibili e immaginabili a dare la sua solidarietà ai lavoratori e oggi che questa situazione dipende in gran parte dalla giungla creata dal suo Governo regionale, non dice una parola… Chiederemo che nel prossimo Consiglio regionale utile, Vendola tenga una informativa urgente sulla situazione dei lavoratori e delle richieste di impianti di fotovoltaico ed eolico”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 − 1 =