“La Giunta Vendola, in sede di assestamento e variazione al bilancio 2011, ripristini con 3 milioni di euro il capitolo di Bilancio destinato al finanziamento delle scuole dell’infanzia paritarie e senza fini di lucro”. Lo chiedono in una mozione presentata al Presidente del Consiglio Regionale, i capigruppo dell’opposizione di centrodestra, Rocco Palese (Pdl); Francesco Damone (La Puglia Prima di Tutto) e Davide Bellomo (I Pugliesi).

“In Puglia – spiegano i capigruppo – ci sono 479 scuole dell’infanzia paritarie senza fine di lucro, che accolgono in 1.169 sezioni circa 23.000 bambine e bambini di cui 76 bambini disabili. Per il sostegno alle scuole dell’infanzia paritarie senza fine di lucro e degli enti locali la Regione Puglia (L.R. 31/09) nel 2010 ha speso complessivamente € 1.929.200,00 che corrispondono a   67,44 l’anno pro capite; per il sostegno ai disabili non è previsto alcun finanziamento. A luglio 2010 l’Assessore Alba Sasso prese l’impegno di ripristinare quanto prima le somme vincolate a causa del patto di stabilità interno 2008 e 2009. Impegno cui non è stato dato alcun seguito. Queste scuole, limitando l’intervento delle Stato e degli enti locali, consentono un notevole risparmio per lo stato e per gli enti locali; sono nate molto prima dell’istituzione di quelle statali, sono attive nel 70% dei Comuni Pugliesi e soddisfano il diritto educativo di oltre il 30% dei bambini della nostra Regione. A fronte degli impegni assunti dall’assessore, chiediamo quindi – concludono i capigruppo di opposizione – di mettere in campo interventi efficaci ed adeguati a supporto del delicato e insopprimibile servizio delle scuole dell’infanzia senza fine di lucro al fine di giungere alla piena attuazione della legge Regionale n. 31/09; di ripristinare il capitolo di bilancio e stanziare 3 milioni di euro e di prevedere uno stanziamento ad hoc per l’integrazione scolastica degli alunni diversamente abili come previsto dagli ordinamenti vigenti”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 + 19 =