Il 16 aprile 2011 presso il Teatro “il Ducale” di Cavallino ha avuto luogo la Prima Edizione della Campagna di sensibilizzazione sulla Sicurezza stradale:
“ Chi ama la Vita non “Scappa” dalla Vita” progetto di promozione ed  educazione alla sicurezza stradale, nato con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani verso l’importanza di assumere comportamenti corretti sulle strade, del rispetto verso se stessi e verso gli altri, contro l’omologazione, per una “trasgressione” positiva, che significhi dire “no” ad atteggiamenti pericolosi che sono molto spesso causa di incidenti gravissimi, “no” ad atteggiamenti di disattenzione e superficialità verso la vita e il suo profondo valore

 La serata ha visto protagonisti i ragazzi dell’Istituto comprensivo L. Da Vinci di Cavallino e le Scuole di ballo “Energy” di Lecce e “Ballerò” di San Pietro in Lama. I Primi impegnati in  un concorso a tema per la realizzazione di elaborati grafici e slogan da associare alla campagna di sensibilizzazione che l’ Associazione “Gruppi Uniti Tutela e Giustizia per le Vittime della Strada” rappresenterà sul territorio Nazionale, i giovani artisti delle scuole di ballo e canto nel rappresentare con delle perfomance a tema i temi sulla sicurezza stradale.
 L’A.G.U.V.S. in linea con gli scopi sociali, continuerà a proporre queste manifestazioni in quanto crede che la sensibilizzazione su questo tipo di problematica rivolta verso i ragazzi di questa fascia (6-14 anni) di età sia di vitale importanza per far recepire il concetto di una cultura delle regole e dell’alto valore della vita. 

 La serata ha avuto grande successo con un alta affluenza di pubblico che con grande partecipazione e commozione ha seguito con grande attenzione i temi trattati che non solo erano rivolti ad una attenzione a quelle che sono le trasgressioni che purtroppo provocano i disastri stradali ma anche alle testimonianze di chi ha subito gravi danni a seguito di incidente e che con grande fatica ritorna a vivere nonostante tutto e al ricordo di quanti hanno lasciato la propria vita sull’asfalto.
Testimonial della serata Ivano Bisanti un giovane Leccese che nel 2007 coinvolto in un gravissimo incidente dopo un periodo di Coma è ritornato in vita e ha testimoniato a tutti suonando un pezzo con il flauto traverso, come con la volontà e l’aiuto di tutti e soprattutto con il supporto della famiglia si può uscire da un tunnel che per molti non ha fine. L’evento è stato patrocinato dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce e dalla Città di Cavallino che ha concesso la struttura del teatro. Presenti Autorità Civili, Militari e di Pubblica Sicurezza e Associazioni Culturali. Valida è stata la collaborazione e l’assistenza dell’ Associazione “La Trasparenza” Organizzazione  di Protezione Civile di Cavallino

CONDIVIDI